Parco Marino ai RAGGI X

Aggiornato il: feb 1


Parco Marino ai RAGGI X (21.23)” - E’ il nome che abbiamo dato al nuovo programma biennale 2021-2023 delle attività di ricerca scientifica da attuare alle Isole Tremiti, e che vedrà il coinvolgimento multidisciplinare di studenti universitari di facoltà nazionali ed europee, impegnati nel campo della biologia marina, chimica e geologia, con la supervisione di un comitato scientifico composto e supportato da esperti e docenti universitari.

Il nostro obiettivo è ambizioso, perché non solo si concentra sulla ricerca scientifica, ma punta a creare anche un centro dove studenti, a rotazione, possono consolidare le proprie conoscenze, consentendo loro di trasformarle in vere competenze.

Ad oggi abbiamo avviato e concluso a proprie spese n. 20 progetti di ricerca, assegnato n. 17 borse di studio, segnalando, studiando e documentando diverse criticità ambientali. Sono stati organizzati eventi, e attività esplorative che hanno portato alla scoperta di particolarità uniche delle acque delle Isole Tremiti, rendendole così un’Area Marina Protetta tra le più importanti nel Mediterraneo.

Tuttora, nonostante il notevole impegno che dal 2006 ci vede iniziatori e protagonisti attivi in questo tipo di attività, non siamo ancora riusciti a ricevere una adeguata attenzione e aiuto dagli Enti preposti che, invece, avrebbero il compito di promuovere e supportare le attività di ricerca sviluppate da noi negli anni.

Ci rendiamo conto che, nonostante i suggerimenti e gli impegni (vedi Agenda 2030), in molti casi manca ancora la visione di quello che è la "Risorsa Mare” e in modo particolare un’Area Marina Protetta, dal punto di vista ambientale, della conservazione, dello sviluppo e soprattutto del valore, che è l’elemento che oggi potrebbe garantire grandi opportunità di lavoro alle generazioni future.

Potrebbe apparire come una semplice analisi di parte, ma sappiamo tutti che attorno al mare, sia sopra che sotto di esso, ruota una grande economia. Ed il suo monitoraggio, con la conseguente possibilità di anticipare i tempi nel rilevare delle criticità future o presenti, sono alla base della corretta conservazione di questo bene prezioso, che possiamo far diventare una vera “super risorsa”, economica ed ambientale.

Oggi non basta più provvedere alla sola tutela dell’ambiente o del mare a prescindere, ma è di fondamentale importanza studiare, conoscere, misurare e capire il processo evolutivo.

Malgrado tutte le avversità, non ci arrestiamo, consapevoli di poter fare molto di più per il mare, per i nuovi ricercatori e per le generazioni future.

Ed è così che abbiamo pensato di abbinare all’avvio del programma “Parco Marino ai RAGGI X (21-23)” autofinanziato, la contemporanea campagna di raccolta fondi, per rendere possibile l’acquisto di alcuni necessari strumenti di laboratorio, tra i quali: microscopi, sonde multiparametriche, materiale di consumo per il laboratorio, computer, scaffalature e frigoriferi.

Questi strumenti di laboratorio e materiali ci offrirebbero non solo una maggiore libertà di studi di approfondimento, ma soprattutto la possibilità di procedere spediti in tutte le direzioni dei progetti e le attività programmate.


Tutto il necessario per portare avanti il programma di ricerca, quali logistica per gli studenti selezionati che parteciperanno alle attività, le imbarcazioni, attrezzatura sub, assicurazione, saranno messi a disposizione gratuitamente dal Laboratorio del MA.RE.

Abbiamo lanciato la campagna di raccolta fondi denominata “Parco Marino ai RAGGI X” sul portale gofundme.com, dove troverete maggiori informazioni e dettagli, augurandoci, con il vostro piccolo o grande aiuto, di raggiungere l’obiettivo.





Parco Marino ai Raggi X è un progetto che si svilupperà in due anni e coinvolgerà nelle varie attività molti studenti di varie discipline Universitarie Nazionali ed Europee.


Con il coordinamento di un comitato scientifico, oltre a raggiungere gli obiettivi del programma si potranno dare le solide opportunità di formazione ai futuri biologi marini, chimici, archeologi e geologi che meglio si potranno inserire in modo professionale e specialistico nel mondo del lavoro.


Obiettivi del programma Parco Marino ai RAGGI X


Programmi di studio e monitoraggio:


1_della prateria di Posidonia oceanica - Condizione ed estensione dell'habitat

2_della prateria di Cymodocea nodosa​ - Condizione ed estensione dell'habitat


3_del Sargassum vulgare​ - Condizione ed estensione dell'habitat


4_della Cystoseira amentacea​ - Condizione ed estensione dell'habitat


​5_della Cladocora caespitosa​ ​- Condizione ed estensione dell'habitat


​6_della colonna d'acqua ​in 5 punti dell'AMP (zona A,B,C) ​con sonde multiparametriche


7_ delle alghe invasive


PROGRAMMI DI BIOMONITORAGGIO ​mediante specie​ ​indicatrici


ANALISI E CENSIMENTO delle specie aliene


PROGETTO​:​

Il Giardino subacqueo dell'AMP Isole Tremiti - “rimboschimento” delle Posidonia oceanica



L’AMP Isole Tremiti verso il 2030


L’AMP Isole Tremiti, istituita nel 1989, è la seconda AMP Italiana dopo Ustica e Miramare (1986), e si presenta come un ambiente straordinario, unico per la ricchezza di vita sia bentonica che pelagica.

Ciò nonostante, l’AMP Isole Tremiti non è “immune” ai cambiamenti ambientali globali, e da qualche anno, durante le nostre attività, stiamo osservando fenomeni che hanno compromesso la presenza di specie importanti con conseguente alterazione della biocenosi.


Per questo motivo, oggi, più che mai,

è importante non rimanere solo dei semplici spettatori di fronte ai cambiamenti ambientali perché ad essi è legato il nostro futuro ma soprattutto il futuro delle nuove generazioni.


Con il programma biennale di ricerche scientifiche “Parco Marino ai RAGGI X (21.23)” vogliamo studiare anche tutti quei fenomeni, non più occasionali, che dimostrano il cambiamento ambientale in atto nell’AMP, individuarne le cause, dove possibile suggerire e correggere le strategie di sviluppo ambientale, e nello stesso tempo realizzare un archivio dati/problemi/effetti consultabile in ambito scientifico.


Non a caso l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile ha tra i 17 obiettivi:


Obiettivo 13.

Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico

Obiettivo 14.

Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile


162 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti