Benvenuto nel Blog

Marlintremiti

Torna al Blog

news

eventi

informazioni

curiosità

Il WWF Italia festeggia la vita sottomarina

 

WWF Italia e Donatella Bianchi presentano il progetto WWF SUB.

EUDI SHOW 1-3 Marzo a Bologna.

Un'importante iniziativa rivolta ai sub e a tutti i Diving della nostra Penisola. 

Un'occasione straordinaria per parlare di ambiente e di azioni da poter intraprendere, in collaborazione con ricercatori ed esperti Biologi Marini, per una maggiore tutela e salvaguardia del Mare.

Ma non solo...è stata anche l'occasione per far conoscere l’AMP Isole Tremiti e ricordare gli eventi, organizzati con CdP Service per celebrare i 30 anni della Riserva Marina Isole Tremiti.

 

 

 

Il WWF Italia festeggia la vita sottomarina

 

Una nuova realtà di volontariato, WWF SUB - Save UnderWater Biodiversity - per difendere e conservare la biodiversità marina che quest’anno mira a realizzare almeno 10 eventi di citizen science e di pulizia di fondali da plastiche e altri rifiuti: è la proposta lanciata oggi dal WWF che ha scelto uno dei luoghi simbolo della subacquea italiana, l’EUDI (European Dive Show) di Bologna per celebrare il World Wildlife Day, la giornata per la vita selvatica del 3 marzo quest’anno dedicata dall’ONU alla realtà sottomarina con lo slogan “Life below water: for people and planet”.

Difendere l’ambiente acquatico e la sua biodiversità, informare correttamente la comunità dei subacquei e diffondere buone pratiche da adottare durante le immersioni sono, infatti, i 3 obiettivi principali della nuova realtà WWF SUB che nel 2018 ha già realizzato alcuni interventi di recupero reti ‘fantasma’ nei fondali della Liguria in  collaborazione con la Guardia Costiera. Madrina dell’evento di presentazione di WWF SUB, la Presidente di WWF Italia, Donatella Bianchi che ha fortemente sostenuto questa iniziativa e che dall’iniziativa di Bologna ha dichiarato: “Il mare va difeso in tutte le sue dimensioni, dalla superficie alle profondità abissali, dalle spiagge ai marciapiedi a vermetidi, veri condomini di biodiversità della zona intertidale, dalle oasi profonde ricche di vita ai canyon abitati dai giganti del mare che rendono il Mediterraneo un mare speciale”.

“I subacquei, che siano semplici appassionati di snorkeling, sportivi o  professionisti, hanno la fortuna di poter ammirare questo mondo durante le loro immersioni: sono loro i testimoni diretti e quindi i custodi  della sua bellezza ma anche della fragiltà e del degrado. Possono quindi svolgere quel compito fondamentale che oggi la conservazione ha inserito tra gli strumenti di ingaggio dei cittadini, ovvero, la citizen science - aggiunge Donatella Bianchi -. La creazione di WWF SUB è un nostro ulteriore contributo al rispetto di uno degli obiettivi di sviluppo posti dall’ONU (SDG 14-conservare e utilizzare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine per lo sviluppo sostenibile)”.

 

L’invito del WWF SUB è  r